“Primi soldi del Recovery ad agosto, il governo accelera” – La Stampa – 31 Mar 2021 

L’articolo riporta l’urgenza con cui bisogna affrontare le ultime fasi di scrittura del piano nazionale italiano per la ripresa: l’Italia infatti ha già inviato i progetti per una discussione informale. L’Onorevole Irene Tinagli, presidente della Commissione per i problemi economici e monetari al Parlamento europeo, ricorda che “se l’economia riuscirà a ripartire con successo, il debito sarà meno difficile da sostenere”. 

In Parlamento UE dubbi su un Recovery “irrealistico” e le capacità di Italia e Spagna di approfittarne – EUNews.it – 30 Mar 2021

L’articolo riporta parti di un documento redatto e pubblicato dal centro studi e ricerche del Parlamento europeo, su richiesta della commissione Industria del Parlamento europeo: questo documento riporta l’analisi sull’impatto della pandemia di COVID per le industrie. Lo studio mette in dubbio, tra le altre cose, la capacità di Italia e Spagna di avere successo nella ripresa economia. “Quando si parla di pandemia e di strategia di rilancio, si legge nello studio, è importante riconoscere che il Recovery fund ha obiettivi molto alti, che sono al limite dell’incompatibile e dell’irrealistico”.

Recovery, il ricorso alla Consulta tedesca fa slittare i primi fondi anche per l’Italia. Non è solo un problema di tempi: gli effetti sulle previsioni di crescita – Il Fatto Quotidiano – 31 Mar 2021

L’articolo riporta la situazione europea l’indomani dello stop da parte della corte di Karlsruhe alla ratifica del Recovery Fund. A questo punto lo sblocco delle risorse resta congelato fino alla sentenza di merito, ma Bruxelles sembra restare fiduciosa.  

Recovery: Cingolani,dobbiamo mettere le mani sulle procedure – Ansa.it – 30 Mar 2021

L’articolo riporta le parole del ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, riguardo le proposte di Legambiente per il Recovery plan italiano: “Dobbiamo mettere le mani pesantemente sulle procedure per autorizzare le opere. Io spero che il Recovery sia un’occasione per metterle in maniera duratura, e non specificatamente solo per il Pnrr. Operare sempre sull’emergenza non aiuta. Sarebbe ideale approfittare di questa situazione per fare cambiamenti durevoli”. 

Recovery, nomine, liquidità: aprile rovente per il governo – Adnkronos.it – 31 Mar 2021

L’articolo riporta gli impegni che il governo si troverà ad affrontare ad aprile e nei prossimi mesi, tutti temi fondamentali per la crescita del paese: “dall’extra-deficit e le nuove stime sui conti, agli aiuti alla liquidità, il Recovery plan nazionale e il maxi round di nomine nelle controllate/partecipate con oltre 500 poltrone da rinnovare”.

Arriva un nuovo Recovery: il piano in Parlamento non va. Ministeri al lavoro – IlTempo.it – 31 Mar 2021

L’articolo riporta la situazione attuale del Recovery plan italiano: il piano nazionale di ripresa presentato dal governo al Parlamento nei giorni scorsi, è stato ampiamente analizzato dai membri delle commissioni competenti. Secondo alcune indiscrezioni però “il testo con le proposte sui quali si è appuntato il lavoro dei parlamentari è basato sul lavoro presentato dal governo Conte e aggiornato in velocità dal ministero dell’Economia a guida Daniele Franco”.