Recovery Fund, in Germania via libera da Bundesrat: ok definitivo Ma la Corte costituzionale sospende la ratifica – TgCom24.it – 29 Mar 2021

L’articolo riporta l’arrivo del via libera al Recovery da parte del Bundesrat tedesco.alla fine della scorsa settimana, il Consiglio federale  tedesco ha finalmente approvato la legge di ratifica del Recovery europeo, anche se immediatamente è arrivata la notifica della decisione della  Corte costituzionale tedesca che ha sospeso la ratifica.

Recovery fund, solo l’Italia chiede tutti i prestiti – Il Sole 24 Ore – 29 Mar 2021

L’articolo riporta come l’Italia sia ad oggi l’unico Paese intenzionato a utilizzare tutta la dote finanziaria prevista dal Recovery. La bozza di piano italiana per la ripresa infatti prevede infatti l’utilizzo “di tutti i prestiti disponibili, pari a oltre 122 miliardi di euro, oltre ai 68,9 miliardi di sovvenzioni”. 

La Corte Costituzionale tedesca ha bloccato la ratifica del Recovery fund – AGI.it – 27 Mar 2021

L’articolo riporta la recente sospensione tedesca come ulteriore ostacolo al Recovery Fund.  E’ arrivata dalla Corte Costituzionale tedesca la sospensione della ratifica del Recovery: “i giudici di Karlsruhe hanno indicato al presidente Frank-Walter Steinmeier che non potrà procedere alla ratifica del fondo da 750 miliardi di euro varato dall’Ue per la ripresa dell’Europa devastata economicamente dall’uragano del coronavirus finché non arriverà un pronunciamento in merito della stessa corte”. Questa decisione di sospendere la ratifica sembra essere legata alla presentazione di vari ricorsi, in particolare quello dell’associazione “Buergerwille” legata a Bernd Lucke (“economista anti-euro e fondatore, poi dimessosi, dell’Afd, il partito dell’ultradestra”) il quale considera il debito da Recovery un “debito inammissibile in Germania, la quale affronterebbe rischi finanziari incalcolabili nel lungo periodo”.

Recovery fund, la doccia fredda dalla Corte costituzionale tedesca. Approvazione in discussione, si passa dal verdetto dei giudici – La Repubblica – 26 Mar 2021

L’articolo riporta la situazione Recovery in Germania. Dopo il voto storico di 478 sì al Bundestag e il varo del Bundesrat, era stato dato il via libera della Germania al Recovery Fund e alla possibilità che venga finanziato con mezzi propri. Ma subito dopo, nella giornata di giovedì scorso è arrivata la sospensione dalla Corte costituzionale di Karlsruhe: ora sta ai giudici decidere.

Recovery Plan, nessun Paese è pronto con un piano immediatamente operativo – Il Fatto Quotidiano – 29 Mar 2021

L’articolo riporta la situazione di diversi paesi EU nella stesura dei rispettivi piani nazionali.

Nonostante in Italia possa prevalere un sentimento di ritardo e inadeguatezza, in realtà ad oggi solo Francia, Portogallo, Slovacchia, Estonia e Germania possono dire di aver presentato qualcosa di concreto. L’articolo poi descrive brevemente le proposte di questi paesi.

Recovery, Amendola: “Bisogna accelerare per consegnare il piano” – Rai News – 28 Mar 2021

L’articolo riporta le parole del sottosegretario agli Affari europei Enzo Amendola il quale afferma come lui ritenga che “lo stop della Corte tedesca al Recovery plan non metta in discussione il provvedimento, anche se qualche ritardo lo provocherà”. Inoltre aggiunge che “la Corte potrebbe prendersi qualche settimana per decidere, ma siamo ancora nei tempi per una ratifica della ‘Decisione sulle Risorse proprie’, da cui dipendono il bilancio ’21-’27 e il Next Generation Eu. Tutte misure negoziate e adottate sulla base dei Trattati europei”.