“Ci hanno chiesto solo liste, ma senza Regioni il Recovery non parte” – Il Sole 24 Ore – 27 Gen 2021

L’articolo riporta le preoccupazioni e le lamentele delle Regioni, che ricordano l’urgenza della creazione di progetti per ottenere i fondi europei del Recovery, necessari alla ripresa del Paese. Il Governo si é limitato a chiede ad ogni Regione una “lista” dei “progetti disponibili, che rispondessero alle missioni indicate dall’Europa”, ma questa richiesta é considerata molto vaga, perché senza interventi strutturali e senza riforme, sará molto difficile riuscire a realizzarli. 

Ma serve uno scatto – Corriere della Sera – 27 Gen 2021

L’articolo ripercorre la stori del Recovery Plan Italiano, dalla sua prima stesura alle opzioni future. “È dalla sera del 6 dicembre dello scorso anno, quando Conte portò in Consiglio dei ministri la prima bozza del Recovery plan, che la crisi era virtualmente aperta. Tutti sapevano che la maggioranza non condivideva né merito né metodo del più importante documento di governo del decennio, destinato a decidere che cosa potrà e vorrà essere l’ Italia degli anni Venti. Ci fu chi dissentì platealmente, ovverosia Renzi, e chi più sotterraneamente, cioè Zingaretti e il Pd. La «cabina di regia», con sei super manager e trecento tecnici, sembrò loro quasi una beffa. Oggi non se ne parla più, ma ancora non sappiamo che cosa la sostituirà, chi e come gestirà duecento e passa miliardi di euro.”

Hahn (Ue): “Con il voto il Recovery è a rischio” – La Stampa – 27 Jan 2021 

Intervista a Johannes Hahn, commissario europeo con delega al Bilancio, che commenta la crisi di governo italiana. Secondo il quale, la crisi deve essere superata il più rapidamente possibile affinché il governo possa concentrarsi sul Recovery Plan, che per il momento sembra essere promettente. Hahn non nasconde la preoccupazione di Bruxelles. 

Roberto D’ Alimonte «Urne ancora lontane e per un governo istituzionale dico Cartabia» – Il Dubbio – 27 Gen 2021

Il Professore D’Alimonte risponde nell’intervista a diverse domande, tra cui quella sul Recovery: “Saremo in grado di gestire i fondi del Recovery Plan nonostante la crisi?” “Se usciamo da questa crisi in due settimane al massimo e con una maggioranza chiara e solida credo che non ci saranno particolari problemi. Se la crisi diventa complicata allora i problemi ci saranno sia nel contrasto alla pandemia sia nella predisposizione del Recovery. Il tempo, in questa crisi, è fondamentale.”