Migranti, Dreosto (Lega): “Inammissibile rischio nuovi focolai a causa di migranti”

Trieste, 19 giugno – “Gli ennesimi rintracci di migranti irregolari in Friuli Venezia Giulia e provenienti dalla rotta balcanica, sono la goccia che fa traboccare il vaso. Il rischio che questi migranti, senza controlli sanitari, attraversino i confini ed arrivino nella nostra Regione e siano la causa di nuovi focolai di COVID, è inammissibile. Abbiamo chiesto tanti sacrifici agli italiani in questo periodo. Che tutto venga messo a repentaglio a causa di scarsi controlli e di qualche associazione talebana dell’accoglienza indiscriminata, è assurdo e pericoloso oltre che irrispettoso per tutti i cittadini della Regione. La Lamorgese reagisca: supporto immediato alla polizia locale e polizia di frontiera per la difesa dei confini, riammissioni, pattugliamenti congiunti, controlli efficaci ai confini esterni dell’Ue, devono essere messi in atto il prima possibile per evitare che il Friuli Venezia Giulia diventi la nuova Lampedusa.”

Lo dichiara l’europarlamentare e coordinatore regionale della Lega FVG, Marco Dreosto.