L’European Food Forum fa il punto sul sistema di etichettatura fronte pacco per i prodotti venduti nel mercato europeo

Nella giornata del 18 maggio si è svolto a Bruxelles l’incontro dell’European Food Forum sull’etichettatura fronte pacco. 

La discussione ha visto come partecipanti molti rappresentati di importanti aziende e associazioni, nonché rappresentati della Commissione Europea ed esperti. Il tema è stato analizzato da molti punti di vista e gli argomenti centrali sono stati i cittadini e il bisogno di dare loro le informazioni necessarie per un’alimentazione sana. Il Nutri-score, tema ricorrente in ogni intervento, è stato sottoposto al vaglio degli esperti e dei portatori di interesse i quali ne hanno sottolineato le caratteristiche critiche. 

L’europarlamentare Dreosto (Lega -ID) commenta: “Il Nutri-score non può essere visto come una soluzione al bisogno di informazioni su un alimento da parte del consumatore. Il sistema a semaforo non prende in considerazione la frequenza con la quale si consuma un alimento, la porzione che si consuma, la dieta, il fabbisogno individuale e tantomeno la differenza tra piccoli produttori artigianali e le grandi aziende o alimenti semplici ed elaborati. Come è stato ribadito durante il meeting, l’etichettatura deve aiutare i cittadini a fare scelte a favore della loro salute, deve basarsi su un sistema scientifico che prenda in considerazione le specificità dei prodotti e delle diete analizzando gli aspetti a 360°. Il Nutri-score conduce il consumatore verso scelte errate.”