Lo ha deciso la Corte di Giustizia Europea con grande soddisfazione di ID
Soddisfazione per la conferma giunta dalla Corte di Giustizia Europea alla Legge Regionale del Friuli Venezia Giulia sullo sconto dei carburanti è stata espressa dal deputato di Identità e Democrazia, Marco Dreosto. Quest’ultimo ha accolto con favore il nulla osta emesso dai giudici di Strasburgo sul sistema di contribuzione alla pompa della Regione. Praticamente, per evitare il fenomeno del “pendolarismo del pieno” nelle confinanti Austria e Repubblica di Slovenia, il Friuli Venezia Giulia applica uno sconto ai residenti per gli acquisti di gasolio e benzina. “La Corte ha stabilito che la disposizione locale non viola i principi comunitari sulla tassazione delle fonti energetiche”, ha commentato al proposito Dreosto. Il Gruppo di ID è da tempo impegnato in una campagna di sensibilizzazione a favore di “rapporti transfrontalieri improntati al reciproco rispetto e non già all’abuso, alla concorrenza sleale e all’incetta di turisti sulla base di proclami nazionali o provvedimenti discriminatori degli altri partner europei”.