Direttiva Energie Rinnovabili: necessario un uso più diffuso delle energie rinnovabili, ma senza rinunciare al mix energetico.

Iniziano oggi a Bruxelles i negoziati sulla proposta di revisione della Direttiva Energie Rinnovabili contenuta nel pacchetto FIT for 55.

“La proposta di revisione della RED prevede un significativo aumento dell’obiettivo di fonti rinnovabili e introduce sotto-target per i settori elettrico, del riscaldamento/raffreddamento, del trasporto e dell’industria. Faccio presente però che tali disposizioni settoriali non corrispondono, nella Direttiva attuale, ad un’eguale predisposizione dei meccanismi di supporto necessari al raggiungimento degli stessi.

Come ho fatto presente oggi nel primo confronto con gli altri gruppi politici, dobbiamo tutelare il settore industriale. Questi obiettivi non si devono si tradurrebbe in un aggravio di costo insostenibile per le industrie interessate.”

Dichiara l’europarlamentare della Lega Marco Dreosto, componente titolare della Commissione del Parlamento europeo per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare e relatore ombra per la revisione della Direttiva sulle energie Rinnovabili (RED III) per il gruppo Identità e Democrazia.