Buone notizie dal Parlamento UE sulla lotta al traffico illegale di animali da compagnia. Martedi 21 gennaio  è stata adottata dalla commissione ENVI, accogliendo alcune osservazioni dell’on. Dreosto, una risoluzione che prevede un sistema di identificazione obbligatorio per cani e gatti a livello comunitario, al fine di contrastare efficacemente la deprecabile pratica del commercio illecito dei cuccioli. La risoluzione, prevede anche l’inasprimento delle sanzioni a carico delle persone coinvolte nel commercio, tra le quali compaiono i veterinari compiacenti, i servizi pubblici nazionali e i commercianti. Vengono inoltre proposti indirizzi al fine di migliorare le misure di cooperazione, comunicazione e formazione per le autorità doganali e veterinarie. Il testo dovrebbe essere votato in via definitiva nella prossima sessione plenaria a Strasburgo.