CRISI DEI PREZZI E BLOCCO GRANDI OPERE, NUOVO APPELLO DI ID A BRUXELLES

“La situazione appare gravissima con appalti pubblici in crisi, rischiamo di vanificare i tanti sforzi finanziari compiuti per il rilancio degli investimenti post covid”. Da mesi il deputato di Identità e Democrazia, Marco Dreosto, lancia l’allarme sul rincaro dei prezzi delle materie prime e sulla diffusa carenza di queste ultime nei mercati nazionali. Ora il quadro risulta talmente compromesso che si contano aziende costrette a interrompere il ciclo produttivo ma anche grandi opere ferme e cantieri rinviati a data da destinarsi. “A marzo chiesi un intervento di Bruxelles dopo i primi segnali di crisi nel settore del legname – ha ricordato al proposito Dreosto, uno dei primi a capire che la vicenda riguardava tutte le tipologie merceologiche usate nell’industria e nell’edilizia -. Oggi quell’intervento diventa prioritario e vitale. Ci sono decine di miliardi di euro in pericolo a causa della volatilità dei prezzi, con il conseguente timore di fiammate inflazionistiche. Asia e America fanno incetta di qualsiasi bene disponibile, creando distorsioni e mancate consegne di forniture già prenotate dalle imprese europee. L’Unione non può restare inerme”.